leNOTIZIE

Si è concluso SIPARTE: una vittoria che sa di cooperazione.

Si è concluso SIPARTE: una vittoria che sa di cooperazione.

SIparte è stato un percorso di innovazione sociale e imprenditoria giovanile promosso dal GAL Prealpi Dolomiti e Etifor srl volto all'avvio e alla valorizzazione di attività imprenditoriali. Il progetto "Terre di Incontro", presentato da un gruppo di giovani cooperatori bellunesi ha vinto il premio finale. 

Categorie: Primo PianoI Progetti

Tags: Innovazione sociale,   comunità,   inclusione,   hackaton,   etifor,   rurale

Il percorso “SIparte” è un’azione innovativa del progetto denominato Social Innovation in Marginalised Rurale Areas (SIMRA), finanziato dal programma di ricerca e innovazione Horizon 2020 dell’Unione Europea.  Il progetto ha visto il coinvolgimento di giovani, startup, neo-imprese, cooperative, associazioni di volontariato e altri soggetti del territorio del GAL Prealpi e Dolomiti interessati a intraprendere attività imprenditoriali innovative e sensibili a tematiche quali la sostenibilità e l’impatto sociale.

Il percorso di innovazione sociale e imprenditoria giovanile, articolato in 4 incontri volti all'avvio e alla valorizzazione di attività imprenditoriali, si è concluso con l'Hackaton del 3/4 ottobre scorsi: 24 ore no stop di confronto e progettazione, una maratona culminata con la premiazione del vincitore.

"Terre di incontro", l'idea progettuale proposta da un gruppo di giovani di estrazione cooperativa, ha vinto il premio finale: una piattaforma online permettere in connessione chi possiede un terreno di cui non vuole o non può occuparsi con chi il terreno non ce l'ha, ma vorrebbe trovarlo.

All'interno di questo spazio virtuale, i diversi stakeholders potranno trovare dei servizi accessori connessi all'utilizzo dei terreni (consulenza in ambito normativo, contrattuale, agricolo, recupero e bonifica, disboscamento, proposte di turismo esperienziale, attività didattiche/educative/formative).

Il team di lavoro, composto dal Consorzio Sviluppo e Innovazione, da alcune delle sue Cooperative Sociali e da Confcooperative Belluno e Treviso, in questo progetto ha trovato un denominatore comune: la cura del territorio, del paesaggio sociale e naturale. Risorse che danno frutti concreti, che producono cultura, convivialità e sviluppo economico sostenibile, favorendo l'inclusione sociale. In questo senso la cura del territorio in quanto luogo dell’identità collettiva passa anche attraverso la messa a disposizione di un terreno dimenticato.
Crediamo che la cooperazione, e in particolar modo la cooperazione sociale, all'interno della comunità locale possa rappresentare la chiave per lo sviluppo di una sensibilità volta al riuso piuttosto che al consumo.

Come Confcooperative Belluno e Treviso, siamo stati felici e orgogliosi di aver partecipato attivamente al progetto che ha vinto gli 8 mila euro di servizi messi in palio da "SIPARTE".

Il tuo nome
Il tuo indirizzo e-mail
Oggetto
Inserisci il tuo messaggio ...
x