leNOTIZIE

Le Coop hanno costituito "Wave"

Le Coop hanno costituito "Wave"

Wave, acronimo di Welfare Aziendale Veneto, è una start up costituitasi a Treviso su spinta di Confcooperative Belluno e Treviso, con l'obiettivo di erogare e gestire servizi di welfare. 

Categorie: Dal Territorio

Tags: welfare aziendale,   Wave,   startup

Nata ad ottobre 2016, Wave ha tra i propri soci fondatori 14 soggetti, di cui 11 cooperative sociali trevigiane e bellunesi (Comunica, CSA, Erga, Il Girasole, Insieme Si Può, Kirikù, L'Incontro, Madonna dei Miracoli, N.O.I. Nuovi Orizzonti Informatici, Orchidea, Una Casa per l'Uomo) e 3 consorzi (Intesa di Treviso, In Concerto di Castelfranco Veneto, Sviluppo e Innovazione di Belluno). Il presidente è Giorgio Gallina.

“L'idea di metterci in rete, per offrire alle cooperative e ai loro soci servizi di welfare, era nell'aria già da qualche tempo” – spiega il neo presidente Gallina. “L'ultima legge di Stabilità, con le agevolazioni fiscali previste per i premi di produttività e i voucher per i lavoratori, non ha fatto altro che rafforzare i nostri intendimenti. Pensiamo infatti che, in tema di conciliazione, questa sia la moderna strada da intraprendere a sostegno del benessere dei lavoratori. Se un collaboratore, infatti, si trova bene in azienda e vede riconosciuti i propri bisogni personali, è più probabile che sia motivato, positivo, e che contribuisca al buon andamento dell'impresa”.

Ma cosa si intende concretamente per welfare aziendale? È l'insieme di tutte quelle iniziative atte ad incrementare il benessere del lavoratore e della sua famiglia. È un nuovo sistema di retribuzione che introduce in azienda una rete di servizi a sostegno del collaboratore (ad esempio voucher per abbattere la retta dell’asilo nido, contributi per la baby sitter o la previdenza integrativa), con vantaggi fiscali sia per l'azienda che per il dipendente.

In definitiva, quali sono i vantaggi che possono derivare da un buon sistema di welfare aziendale?

  • Aumento del potere d'acquisto del lavoratore (attraverso sconti, promozioni, convenzioni per accedere a beni e servizi a condizioni esclusive);
  • Miglioramento del clima aziendale; incremento della produttività aziendale (il miglioramento del clima organizzativo spesso porta alla diminuzione del turnover e dell'assenteismo);
  • Risparmio sul costo del personale (in funzione delle agevolazioni fiscali previste dalla legge di Stabilità);
  • Miglior conciliazione fra vita privata e professionale (grazie ad una gamma di servizi per migliorare la vita di ogni singolo dipendente e della sua famiglia);
  • Aumento del benessere generale del lavoratore.

“A livello organizzativo – commenta il presidente di Wave - partiremo dall'offerta di servizi erogati dalle nostre cooperative, per poi allargare il raggio d'azione, ad esempio ad attività per il tempo libero, la sanità e le pensioni integrative. Come strumento per l'incontro fra domanda ed offerta utilizzeremo una piattaforma web di gestione del catalogo online, che sarà disponibile già da inizio 2017. La cosa interessante è l'apertura dell'iniziativa, che non sarà ristretta alle singole cooperative, bensì aperta al mercato, vale a dire sia alle imprese, ai loro lavoratori, che ai singoli cittadini di un'area vasta, interprovinciale. Immaginiamo che attraverso le attività di Wave si possa innescare un processo virtuoso, nel quale coinvolgeremo anche altre associazioni di categoria, organizzazioni sindacali, e tutti i soggetti che comprenderanno le potenzialità di questa iniziativa a grande valenza sociale, prima ancora che economica”.

Altri link

Il tuo nome
Il tuo indirizzo e-mail
Oggetto
Inserisci il tuo messaggio ...
x